La degenerazione del credere.
Dalle trappole del settarismo all’ecologia profonda

un ex cattolico e un ex testimone di geova sfidano Dio e la sua grande trappola per il libero pensiero e la felicità umana…
...verso una nuova spiritualità ambientale

VOGLIO SUBITO UNA COPIA DI LA DEGERAZIONE DEL CREDERE

La degenerazione del credere.
Dalle trappole del settarismo all’ecologia profonda

un ex cattolico e un ex testimone di geova sfidano Dio e la sua grande trappola per il libero pensiero e la felicità umana…
...verso una nuova spiritualità ambientale

VOGLIO SUBITO UNA COPIA DI LA DEGERAZIONE DEL CREDERE

Se stai pensando ad un classico libro CONTRO LA RELIGIONE,
ti sbagli.

La religione è un pretesto, sebbene ingombrante, per parlare di libertà.
Della TUA LIBERTÀ.

Infatti,

La degenerazione del credere non è un libro di ateismo o volto alla pura decostruzione. Contiene invece una filosofia positiva e propositiva che salva l’idea di spiritualità per connettersi all’ecologia e alla nostra natura profondamente animale.

Sei stanco di dettami insensati, bigottismi e mentalità ristrette?

Sei stanca di come le religioni interferiscono su temi sensibili come aborto ed eutanasia?

Anche noi… E nel libro lo raccontiamo a gran voce.

SI, SONO STANCO ANCHE IO, VOGLIO IL LIBRO LA DEGENERAZIONE DEL CREDERE

Se stai pensando ad un classico libro CONTRO LA RELIGIONE,
ti sbagli.

 

La religione è un pretesto, sebbene ingombrante, per parlare di libertà.
Della TUA LIBERTÀ.

Infatti,

La degenerazione del credere non è un libro di ateismo o volto alla pura decostruzione. Contiene invece una filosofia positiva e propositiva che salva l’idea di spiritualità per connettersi all’ecologia e alla nostra natura profondamente animale.

Sei stanco di dettami insensati, bigottismi e mentalità ristrette?

Sei stanca di come le religioni interferiscono su temi sensibili come aborto ed eutanasia?

Anche noi… E nel libro lo raccontiamo a gran voce.

SI, SONO STANCO ANCHE IO, VOGLIO IL LIBRO LA DEGENERAZIONE DEL CREDERE

Un libro scritto da due agnostici teorici, ma atei politici.


Scritto a quattro mani da Natan Feltrin e Pellegrino Dormiente allo scopo di mostrare il lato oscuro dei dogmatismi e delle etiche non laiche, non democratiche e, soprattutto, non fondate su argomentazioni logiche. 

Da due persone provenienti da background religiosi affini, ma diversi

Natan
di educazione cattolica

Pellegrino
ex membro dei testimoni di Geova

prende vita un libro che mira al cuore del fenomeno religioso nel secolo ventunesimo, senza se e senza ma.

Un libro scritto da due agnostici teorici, ma atei politici.


Scritto a quattro mani da Natan Feltrin e Pellegrino Dormiente allo scopo di mostrare il lato oscuro dei dogmatismi e delle etiche non laiche, non democratiche e, soprattutto, non fondate su argomentazioni logiche. 

Da due persone provenienti da background religiosi affini, ma diversi

Natan
di educazione cattolica

Pellegrino
ex membro dei testimoni di Geova

prende vita un libro che mira al cuore del fenomeno religioso nel secolo ventunesimo, senza se e senza ma.

Tra le pagine di La degenerazione del credere non troverai ampollosi sproloqui circa la natura di Dio – o degli Dei -, del reale o della Verità.

Il testo è squisitamente etico e politico e, perciò, si interessa delle persone dietro ai culti o alle sette, non a dibattiti astratti di teologia.

Insomma, un libro di religione nient’affatto religioso.

Dio qui non è il protagonista, al contrario lo sono i fedeli e lo è il loro credo quando esso comporta visioni del mondo in antitesi con la libertà umana e con l’ecologia dalla “E” maiuscola.

“Dio non esiste e la realtà non ha nessun senso dato eppure, non solo sono felice, ma ambisco ad essere giusto con me stesso e con il mondo”

La necessità umana di credere in qualcosa precede le religioni e non necessariamente si deve risolvere in esse. Questo libro mira al cuore delle religioni dominanti del presente onde mostrarne il lato “oscuro” troppo spesso taciuto: dottrine dogmatiche, gerarchiche e settarie sono una trappola per il libero pensiero e la felicità umana. Di più, i grandi monoteismi – se analizzati con lucidità – sono incompatibili con la visione ecologica radicale di cui abbiamo disperatamente bisogno.

Cosa fare?

Muoversi dalle trappole del pensiero acritico e settario verso una nuova spiritualità ambientale con l’aiuto della deep ecology.

SONO INTERESSATO AI CONSIGLI DI LA DEGERAZIONE DEL CREDERE

Riassumendo, dunque, cosa puoi trovare in La degenerazione del credere?

  1. Una panoramica del rapporto tra religioni dominanti e pensiero ecologico;
  2. Una critica salda e spietata dei dogmatismi;
  3. Una prospettiva eccezionalmente interna al fenomeno delle sette a partire dall’esperienza degli autori;
  4. Un antidoto forte alle dinamiche sociologiche di sette e culti;
  5. Un invito caldo e articolato a pensare con la tua testa;
  6. Una breve storia della rivoluzione ambientale del secolo scorso;
  7. Una prospettiva nuova sul mondo, quella dell’ecologia profonda, che ti aiuterà a trovare un senso alla tua esistenza senza compromettere la tua libertà di pensiero.

Riassumendo, dunque, cosa puoi trovare in La degenerazione del credere?

  1. Una panoramica del rapporto tra religioni dominanti e pensiero ecologico;
  2. Una critica salda e spietata dei dogmatismi;
  3. Una prospettiva eccezionalmente interna al fenomeno delle sette a partire dall’esperienza degli autori;
  4. Un antidoto forte alle dinamiche sociologiche di sette e culti;
  5. Un invito caldo e articolato a pensare con la tua testa;
  6. Una breve storia della rivoluzione ambientale del secolo scorso;
  7. Una prospettiva nuova sul mondo, quella dell’ecologia profonda, che ti aiuterà a trovare un senso alla tua esistenza senza compromettere la tua libertà di pensiero.

Come puoi avere intuito, La degenerazione del credere non è uno sfogo filosofico. Esso non emerge dall’insofferenza dei due autori verso un certo tipo di religiosità. Al contrario, il libro è lucido e razionale come il pensiero che promuove, ma non di una razionalità astratta e fredda. 

La razionalità divulgata tra le pagine di questo scritto è una razionalità carnea, sensibile, umana, ANIMALE…

Curiosa/o?

Non perdere tempo e prenota la tua copia

A SOLI 23€!

SONO CURIOSO/A DI LEGGERE LA DEGENERAZIONE DEL CREDERE

Non temere, non si tratta di un lungo tomo pieno di paroloni e con poca sostanza. È un libro breve, agile e, soprattutto, COMPRENSIBILE.

Essere capiti è l’intento di chi insegna nella RewildAcademy, la struttura dietro a questa e ad altre pubblicazioni, perciò ad inizio testo troverai un ghiotto e utile glossario per prepararti alla lettura con tutto il necessario.

Che altro aggiungere?

A fine testo troverai alcune vignette realizzate da Le Vignette di Befeldo che, con la loro ironia-tragica, ti permetteranno di gustare nuovamente alcune delle intuizioni e dei concetti appresi.

Come puoi avere intuito, La degenerazione del credere non è uno sfogo filosofico. Esso non emerge dall’insofferenza dei due autori verso un certo tipo di religiosità. Al contrario, il libro è lucido e razionale come il pensiero che promuove, ma non di una razionalità astratta e fredda. 

La razionalità divulgata tra le pagine di questo scritto è una razionalità carnea, sensibile, umana, ANIMALE…

Curiosa/o?

Non perdere tempo e prenota la tua copia. 

A SOLI 23€!

SONO CURIOSO/A DI LEGGERE LA DEGENERAZIONE DEL CREDERE

Non temere, non si tratta di un lungo tomo pieno di paroloni e con poca sostanza. È un libro breve, agile e, soprattutto, COMPRENSIBILE.

Essere capiti è l’intento di chi insegna nella RewildAcademy, la struttura dietro a questa e ad altre pubblicazioni, perciò ad inizio testo troverai un ghiotto e utile glossario per prepararti alla lettura con tutto il necessario.

Che altro aggiungere?

A fine testo troverai alcune vignette realizzate da Le Vignette di Befeldo che, con la loro ironia-tragica, ti permetteranno di gustare nuovamente alcune delle intuizioni e dei concetti appresi.

Per chi è stato scritto questo libro:

  • Tutte le persone che, in un modo o nell’altro, sentono il peso di un credo religioso non scelto sulle proprie spalle e sulle proprie scelte di ogni giorno.
  • Atei, agnostici, scettici, filosofi, liberi pensatori, credenti dalla mentalità aperta… persone che di vocazione o mestiere attaccano o difendono una determinata credenza religiosa.
  • Ambientalisti o esperti di ecologia che ancora non hanno trovato una strada per rapportarsi alla spiritualità umana o che faticano a riconciliare religiosità e pensiero ecologico.
  • Vittime ignare o consapevoli dei pericoli del settarismo in cerca di risposte, conforto e aiuto nel migliorare la propria vita.
  • Chiunque voglia comprendere di più circa il complesso rapporto tra etica, religione ed ecologia.

a chi invece questo Libro è decisamente sconsigliato?

  • Anti-ambientalisti di estrema destra.
  • Bigotti e timorati di Dio che non sono disposti a mettere in discussione le proprie idee.
  • Chiunque pensi che le verità di una religione non debbano mescolarsi con il pensiero scientifico e filosofico umano.
  • Chi comprerebbe questo libro solo per cercare un nuovo nemico da attaccare.
MI AVETE CONVINTO, VOGLIO IL LIBRO LA DEGENERAZIONE DEL CREDERE

Appartieni alla categoria di coloro i quali dovrebbero assolutamente leggere La degenerazione del credere? Sì?

Allora probabilmente è il tuo momento

 

Se non rientri in tale categoria non perderti comunque l’occasione di una lettura stimolante e ricca di contenuti.

Prenota la tua copia qui.

Per garantirci autonomia e libertà di espressione abbiamo scelto di pubblicare senza un editore. Questo, in base al carico di ordini, può far si che ci vogliano fino a 14 giorni perché ti sia recapitato il pacco.

 

Libera la tua persona, pensa con la tua testa e prendi parte al movimento dell’ecologia profonda!

Diventa un Rewilder!

Acquista subito il libro a soli 23€!

Bibliografia:

 

Antonioli, F., 2009, L'oppio dei popoli. Quando la religione narcotizza le coscienze, Piemme.

Brogi, S., 2010, I filosofi e il male. Storia della teodicea da Platone ad Auschwitz, Franco Angeli.

Cyrulnik, B., 2018, Psicoterapia di Dio, Bollati Boringhieri.

Dawkins, R., 2011, Il più grande spettacolo della terra. Perché Darwin aveva ragione, Mondadori.

Dawkins, R., 2017, L'illusione di Dio. Le ragioni per non credere, Mondadori.

De Wall, F., 2013, Il bonobo e l'ateo. In cerca di umanità fra i primati, Cortina Raffaello.

Della Casa, G., 2011, L'ecologia profonda. Lineamenti per una nuova visione del mondo, Mimesis.

Descola, P., 2011, Diversità di natura, diversità di cultura, Book Time.

Girard, R., 2001, Vedo Satana cadere come la folgore, Adelphi.

Hitchens, C., 2007, Dio non è grande. Come la religione avvelena ogni cosa, Einaudi.

Leibniz, G. W., 2013, Saggi di Teodicea. Sulla bontà di Dio, la libertà dell'uomo e l'origine del male, BUR.

Mill, J. S., 2006, Saggi sulla religione, Feltrinelli.

Papa Francesco, 2015, Laudato si'. Enciclica sulla cura della casa comune, San Paolo Edizioni.

Patocka, J., 2008, Saggi eretici sulla filosofia della storia, Einaudi.

Platone, 2007, La Repubblica. Testo greco a fronte, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli.

Ricouer, P., 2015, Il male. Una sfida alla filosofia e alla teologia, Morcelliana.

Rutherford, A., 2018, The Book of Humans. A Brief History of Culture, Sex, War and The Evolution of Us, The Orion Publishing Group Ltd.

Seneca, 2011, Lettere morali a Lucilio, Oscar Mondadori.

Sini, C. & Pievani, T., 2020, E avvertirono il cielo. La nascita della cultura, Jaca Book.

Sini, C. & Redi, C. A., 2018, Lo specchio di Dioniso. Quando un corpo può dirsi umano?, Jaca Book.

Spinoza, B., 2013, Etica e Trattato teologico-politico, UTET.

Seed, J. et al, 1988, Thinking Like a Mountain. Towards a Council of All Beings, New Society Publisher.

Naess, A., 2008, The Ecology of Wisdom. Writings by Arne Naess, COUNTERPOINT.

Girard, R., 2011, LA VIOLENZA E IL SACRO, Adeplhi.

Bergman, J. R., 1996, I TESTIMONI DI GEOVA E LA SALUTE MENTALE, Paperback.

Boschetti, C., 2007, Il libro nero delle sette in Italia, Newton Compton Editori.

Penton, J., 1997, Apocalypse Delayed: The Story of Jehovah's Witnesses, University of Toronto Press.

Zaretti, L. M., 2012, Spirito di setta e società. Significato e dimensioni sociologiche delle forme settarie.